Archivio

Post Taggati ‘grillo’

Dal Blog di Beppe Grillo un’iniziativa molto interessante…dal Marz

5 Maggio 2006 2 commenti


Dal Blog di Beppe Grillo parte una iniziativa.

Provare non costa nulla……………….

COME AVERE LA BENZINA A META’ PREZZO!!!!!!

Anche se non hai la macchina, per favore fai circolare il messaggio agli amici.
Benzina a metà Prezzo……. Diamoci da fare…
Siamo venuti a sapere di un’azione comune per esercitare il nostro potere nei confronti delle compagnie petrolifere.
Si sente dire che la benzina aumenterà ancora fino a 1.50 euro al litro.
UNITI possiamo far abbassare il prezzo muovendoci insieme, in modo intelligente e solidale.
Ecco come:
La parola d’ordine è “colpire il portafoglio delle compagnie senza lederci da soli”.

Posto che l’idea di non comprare la benzina un determinato giorno ha fatto ridere le compagnie (sanno benissimo che, per noi, si tratta solo di un pieno.. differito, perché alla fine ne abbiamo bisogno!), c’è un sistema che invece li farà ridere pochissimo, purché si agisca in tanti.

I petrolieri e l’OPEC ci hanno condizionati a credere che un prezzo che varia tra 1 euro e 1,30 euro al litro sia un buon prezzo, ma noi possiamo far loro scoprire che un prezzo ragionevole anche per loro é circa la metà.

I consumatori possono incidere moltissimo sulle politiche delle aziende; bisogna usare il potere che abbiamo.
La proposta è che, da qui alla fine dell’anno, non si compri più benzina delle due più grosse compagnie, SHELL e ESSO, che peraltro ormai formano una unica compagnia.
Se non venderanno più benzina, saranno obbligate a calare i prezzi.
Se queste due compagnie calano i prezzi, le altre dovranno per forza adeguarsi.
Per farcela, però dobbiamo essere milioni di non clienti di Esso e Shell, in tutto il mondo.
Questo messaggio, proveniente dalla Francia, è stato inviato a una trentina di persone; se ciascuna di queste aderisce e a sua volta lo trasmette a…diciamo una decina di amici, siamo a trecento.
Se questi fanno altrettanto, siamo a 3000, e così via.
Di questo passo, quando questo messaggio sarà arrivato alla…
settima “generazione”, avremo raggiunto e informato trenta milioni di consumatori!
Inviate dunque questo messaggio a dieci persone, chiedendo loro di fare altrettanto.
Se tutti sono abbastanza veloci nell’agire, potremmo sensibilizzare circa 300 milioni di persone in otto giorni !
E’ certo che, ad agire così, non abbiamo niente da perdere, non vi pare?

Rinunciamo per per un po’ ai bollini e i regali e le baggianate che ci vincolano a queste compagnie.
Coraggio diamoci da fare !

BEPPE GRILLO – Benvenuti nell’Era della Comunicazione Globale

26 Ottobre 2005 Commenti chiusi


BEPPE GRILLO – Benvenuti nell’Era della Comunicazione Globale

I nostri defunti si ribaltano nella tomba per la sfiga che li ha colpiti: quella di non poter partecipare a questa Grande Era. La Grande Comunicazione Globale, poi c’è un terremoto da 200.000 vittime e dalle Hawaii dicono:
“Mah, noi lo avevamo previsto con qualche ora di anticipo, solo che non sapevamo a chi telefonare…”.
Cazzo! In compenso, si sono salvati gli animali. Probabilmente dalle Hawaii hanno telefonato a loro. Nell’Era della Grande Comunicazione Globale, ci sarà pure un bufalo d’acqua con un cellulare trendy, no? E si sono salvati gli indigeni, quelli che vanno a caccia con arco e frecce, quelli dati per estinti, perchè poveracci sono fuori dalla comunicazione globale… ma hanno visto la marea che si ritirava e se ne sono andati verso l’alto, con gli animali.

Nell’Era della Comunicazione Globale sessanta canali televisivi mi parlano dello tsunami e mi dicono le cose più allucinanti. L’isola di Sumatra si è spostata di trenta metri, poi trenta centimetri, poi cinque, otto, ventinove, è più alta, più bassa, più larga, più stretta, si è girata su stessa e alla fine se n’è andata completamente, l’han vista ad Alassio, vicino alla Gallinara. L’asse terrestre si è inclinato un po’… Un po’ quanto?! Beh, c’è chi dice qualche chilometro, chi dice qualche centimetro…
Cazzo, ma cosa accadrà?! Faremo la fine dei dinosauri? Sì, no, forse? Nell’Era della Comunicazione Globale ti mettono in mano notizie del genere e fatti tuoi. Vedi tu se tenere da parte i soldi per comprarti un’Arca di Noé 4×4 turbo diesel con 800 cv e raggiungere mondi migliori o aspettare la morte per glaciazione.

Nell’Era della Comunicazione Globale possiamo parlare con il mondo intero. Mandiamo sms, ems, mms, mail, chattiamo tutta la notte con una cicciona del Maine che fa la collezione di colesterolo e ci ha mandato la foto di una figa presa sul web, parliamo, comunichiamo, comunichiamo, comunichiamo…
poi per una precedenza non data ci si spara in faccia!
Se telefoni a un call center ne sanno quanto te. A volte, meno di te. Ammesso che risponda qualcuno. Ammesso che non ti sbattano il telefono in faccia. Siamo nell’Era della Comunicazione Globale e non riusciamo più a parlare con nessuno. Una volta andavi da chi ti aveva venduto un prodotto e gli dicevi:
“Oh, ciccio, sta roba non mi funziona…”.
Adesso devi telefonare a un numero. Verde, quando va bene. Quando non va bene paghi. Hai un problema dovuto a un loro prodotto e paghi per dirglielo. Poi paghi per stare in attesa e infine ti fanno girare così tante persone che alla fine se non hanno già messo giù loro metti giù tu. Ti hanno venduto un prodotto o un servizio che non funziona o che ha dei problemi e paghi per restare nella merda! Si è capovolto il mondo, altro che spostamento di qualche centimentro…

Nell’Era della Comunicazione Globale le comunicazioni ci arrivano anche quando non le vogliamo. Ci sommergono. Ogni giorno scarico dieci tonnellate di spam nella mia mailbox. Quotidianamente, almeno cento mail con soggetto “ENLARGE YOUR PENIS”. Vogliono vendermi un metodo per ingrandire il bigolo. Le credenziali in effetti sono ottime: mi hanno già fatto venire due coglioni così.
Adesso mandano le mail non richieste con questa premessa:
Ai sensi della Legge 675/96 sulla Privacy, la informiamo che il suo indirizzo E-Mail è stato rintracciato sui motori di ricerca. E quindi? Mi avete mandato una mail per restituirmelo?

Nell’Era della Comunicazione Globale ci sono quasi un miliardo di analfabeti nel mondo. Siamo tutti depressi. Le coppie si lasciano perché non c’è dialogo. I figli e i genitori non comunicano più e se comunicano è pure peggio.
- Papà, mi servono 300 sacchi ché devo comprarmi un hard disk, ho troppi pochi giga.
- Eh?! ma che cazzo dici? Ma non puoi andare ad ubriacarti in discoteca come tutti?
Abbiamo smesso di parlarci e abbiamo iniziato a telefonarci solo col cellulare, più fico… poi un cell non basta, due, tre… l’importante è pagarlo almeno 500 euro ed avere quattro orecchie. Poi abbiamo smesso di telefonarci e abbiamo iniziato a mandarci gli sms. Quelli normali, quelli colorati, quelli con il disegnino, quelli con le foto e quelli con il filmato.
- Ciao, ti mando un filmato di me stesso mentre ti dico ciao!
Ma brutto coglione, fai due passi e vieni a dirmelo in faccia che ci facciamo una birra. Siamo impazziti. Abbonati oggi e avrai 5000 sms in omaggio!
5000?! Ma che cazzo devo dire con 5000 sms? Ma a chi cazzo li mando? Gratis, ovviamente. A noi qualcuno regala sempre qualcosa. Gratis, gratis, gratis. Questa è la comunicazione: fallo subito, è gratis! Abbonati, è gratis. Clicca qui, è gratis. E’ tutto gratis!
Ma voi, tranne a cari amici e parenti, avete mai regalato qualcosa a qualcuno? Non parlo di beneficenza. Parlo di prendere una cosa, magari frutto del vostro lavoro, e regalarla a un perfetto sconosciuto che passa di lì. Così, per il gusto di regalarla.
Magari, non so, c’è un idraulico fra di voi. A te idraulico che stai leggendo, ti è mai successo di alzare il telefono, fare un numero a caso e dire:
“Buongiorno, sono un idraulico, vuole che venga a casa sua a rinnovare i tubi del cesso gratis”?

E nell’Era della Comunicazione Globale comunichi anche quando stai zitto.
Con il silenzio assenso. Una mattina ti svegli, per esempio, e scopri di avere un servizio di segreteria telefonica. E l’hai chiesto tu stando zitto! Se parlavi, magari non te lo mettevano. Ma siccome sei stato zitto… cazzo vuoi?
Ti riempiono di questi servizi. Sei circondato. Anzi: è tutto intorno a te. Quando vedo la Gale ormai ho più voglia di scuoiarla che ciularmela. La Grande Comunicazione Globale e l’unica speranza che hai di comunicare con questi qui è che il Gabibbo si prenda compassione di te.

Nell’Era della Comunicazione Globale abbiamo perso il senso delle parole.
Se non sei di destra sei comunista. Ma io non sono comunista! A me non piace il comunismo. Non mi piace nemmeno la sinistra, a dire il vero. Sono un lavoratore precario, non mi danno il mutuo per la casa, e il co-co-co se l’è inventato la sinistra!
Allora sei un anarchico.
Macché narchico, cazzo!
Ah, bene, sei irascibile, eh? Allora sei un anarco-insurrezionalista.
E allora la comunicazione globale cos’è? Chi comunica cosa? Non lo so più, non mi interessa più. Io da ora in poi mi occuperò solo della comunicazione specifica, parziale, particolare, nella mia vita. Le uniche certezze che avrò saranno quelle che potrò dimostrare. Non mi interessano i pareri di nessuno, se li sento in televisione.
Se mi fa male il culo, non mi faccio dire da un programma televisivo come devo posizionarmi allo specchio, verificare se ho o meno le emorroidi e come curarle. Vado dal caro e vecchio medico e gli dico:
“Buongiorno dottore, mi fa male il culo”. Saprà lui cosa fare.

Il problema è che, in questa epoca di grande comunicazione globale, quando ti fa male il culo non è per le emorroidi…

omaggio a beppe grillo…dal marz

14 Giugno 2005 1 commento


1. La vita e’ una tempesta, ma prenderla nel culo e’ un lampo.

2. L’Italia e’ il paese dei furbi. Ieri ero a Roma, sono salito su un autobus e ho timbrato il biglietto: tlic tlac. Il guidatore si e’ girato e ha detto: “Cazzo e’ ‘sto rumore?”.

3. Mi ha sempre stupito quali giri assurdi devono fare i fiumi per passare sotto a tutti i ponti.

4. Per i contadini l’ora legale e’ un problema, perche’ non riescono a mettere avanti il gallo.

5. Io credo che un artista non si debba mai prostituire se non per denaro.

6. Aldo Biscardi e’ uno che fa errori di grammatica anche quando pensa.

7. Emilio Fede quando si e’ presentato alle elezioni per il Psdi ha preso 5 voti. In famiglia sono sei: sta ancora cercando il franco tiratore.

8. Per i telespettatori Baudo non e’ piu’ un uomo, e’ un optional: quando compri la televisione te lo danno in omaggio.

9. Come facciamo a fidarci della perestroika? Quando successe il disastro di Cernobil i russi dissero che era scoppiata la ceffettiera di Gorbaciov. Quella da 12.

10. La banca ha fiducia in te, dicono gli slogan. Ma poi ti chiedono i documenti per accettare i tuoi soldi e ti prestano una biro legata a una catenella.

11. La colpa del buco nell’ozono e’ di Toto Cotugno: usa talmente tanta lacca che ogni volta che si da’ un colpo di spazzola stacca un pezzo di Antartide.

12. I referendum abrogativi. Dove per dire si’ devi votare no. E per dire no devi votare si’. Come uno che va a sposarsi e il prete dice: “La vuoi mandare a cagare?”. “No”. “E allora vi dichiaro marito e moglie”. .

13. Il peggio viene sempre dagli stilisti. Prima c’erano le sorelle Fendi, adesso ci sono anche i fratelli Armani: Giorgio e Emporio.

14. Le carte stradali indicano tutto tranne il modo di ripiegarle quando non servono piu’.

15. Ormai, il lavoro serve per limitare al massimo i danni che ci possiamo fare nel tempo libero.

16. Sono l’unico iscritto alla SIAE che si fa le cassette pirata da solo.

17. Voglio parlare del cervello. L’emisfero destro, quello razionale, e l’emisfero sinistro, quello della fantasia… Quello che fa credere all’automobilista costretto a fermarsi col rosso che e’ il semaforo ad avercela con lui…

18. I socialisti liguri, offesi, mi hanno minacciato: “Grillo, appena usciamo di galera ti quereliamo!”.

19. Le cose non accadono se non le leggiamo.

20. L’economia e’ un cane gioioso. Solo che non e’ il cane che muove la coda, ma la coda che muove il cane.

21. Gli inglesi sono sporchi, non si lavano! Quando vengono in Italia e vedono il bide’ gridano: “Guarda: un lavandino per il violino!”.

22. Ma come fa Al Bano ad amare la natura con tutto quello che gli ha fatto?

23. Avete presente Minoli? Quello che fa i sondaggi a Mixer, tipo: “Alla domanda: ‘Le piace Craxi?’, il 20% degli italiani ha risposto si’, l’80% ha dato una risposta sbagliata”.

24. Mi si rompe un gommino dei tergicristalli. Capita. Sicuramente sara’ successo anche a voi. Vado dal benzinaio, e gli chiedo un gommino nuovo. Il benzinaio mi guarda e mi fa: “Voi comici avete sempre voglia di scherzare!”. Ma come?!? Ho dovuto comprare tutto il tergicristallo. E te ne danno uno? Nossignore, DUE! Cosi’ per un gommino da mille lire ho dovuto spenderne quaranta! Vi e’ mai successo di ritrovarvi lo specchietto retrovisore esterno rotto? Vai dal meccanico, e quello ti cambia specchietto, portiera, piantone dello sterzo e anche l’autista se gli sta sulle balle!

25. Berlusconi! Voleva comprare l’AIDS quando ha saputo che si trasmette facilmente…

26. A Pechino, Martelli chiede a Craxi: “Ma e’ vero che qui c’e’ un miliardo di abitanti?”. Craxi: “Certo”. Martelli: “Ed e’ vero che sono tutti socialisti?”. Craxi: “Si’, tutti socialisti”. Martelli: “Ma allora, a chi rubano?”.

27. “Ho conosciuto Andreotti, che e’ arrivato alla quinta reincarnazione. Purtroppo per lui, nello stesso corpo…”

28. La mafia ha aperto un’inchiesta sulla Procura di Palermo…

29. Spero che Michael Jackson ce la faccia a diventare bianco. E spero anche che in America vadano al potere i neri… cosi’ gli faranno un culo cosi’!

30. Buttiglione filosofo? E Platone cos’era, un metalmeccanico?

Categorie:Argomenti vari Tag: , , ,

le migliori battutte di BEPPE GRILLO…..mamma mai che ridere!!!

19 Giugno 2004 1 commento


BEPPE GRILLO

1. La vita e’ una tempesta, ma prenderla nel culo e’ un lampo.

2. L’Italia e’ il paese dei furbi. Ieri ero a Roma, sono salito su un autobus e ho timbrato il biglietto: tlic tlac. Il guidatore si e’ girato e ha detto: “Cazzo e’ ‘sto rumore?”.

3. Mi ha sempre stupito quali giri assurdi devono fare i fiumi per passare sotto a tutti i ponti.

4. Per i contadini l’ora legale e’ un problema, perche’ non riescono a mettere avanti il gallo.

5. Io credo che un artista non si debba mai prostituire se non per denaro.

6. Aldo Biscardi e’ uno che fa errori di grammatica anche quando pensa.

7. Emilio Fede quando si e’ presentato alle elezioni per il Psdi ha preso 5 voti. In famiglia sono sei: sta ancora cercando il franco tiratore.

8. Per i telespettatori Baudo non e’ piu’ un uomo, e’ un optional: quando compri la televisione te lo danno in omaggio.

9. Come facciamo a fidarci della perestroika? Quando successe il disastro di Cernobil i russi dissero che era scoppiata la ceffettiera di Gorbaciov. Quella da 12.

10. La banca ha fiducia in te, dicono gli slogan. Ma poi ti chiedono i documenti per accettare i tuoi soldi e ti prestano una biro legata a una catenella.

11. La colpa del buco nell’ozono e’ di Toto Cotugno: usa talmente tanta lacca che ogni volta che si da’ un colpo di spazzola stacca un pezzo di Antartide.

12. I referendum abrogativi. Dove per dire si’ devi votare no. E per dire no devi votare si’. Come uno che va a sposarsi e il prete dice: “La vuoi mandare a cagare?”. “No”. “E allora vi dichiaro marito e moglie”. .

13. Il peggio viene sempre dagli stilisti. Prima c’erano le sorelle Fendi, adesso ci sono anche i fratelli Armani: Giorgio e Emporio.

14. Le carte stradali indicano tutto tranne il modo di ripiegarle quando non servono piu’.

15. Ormai, il lavoro serve per limitare al massimo i danni che ci possiamo fare nel tempo libero.

16. Sono l’unico iscritto alla SIAE che si fa le cassette pirata da solo.

17. Voglio parlare del cervello. L’emisfero destro, quello razionale, e l’emisfero sinistro, quello della fantasia… Quello che fa credere all’automobilista costretto a fermarsi col rosso che e’ il semaforo ad avercela con lui…

18. I socialisti liguri, offesi, mi hanno minacciato: “Grillo, appena usciamo di galera ti quereliamo!”.

19. Le cose non accadono se non le leggiamo.

20. L’economia e’ un cane gioioso. Solo che non e’ il cane che muove la coda, ma la coda che muove il cane.

21. Gli inglesi sono sporchi, non si lavano! Quando vengono in Italia e vedono il bide’ gridano: “Guarda: un lavandino per il violino!”.

22. Ma come fa Al Bano ad amare la natura con tutto quello che gli ha fatto?

23. Avete presente Minoli? Quello che fa i sondaggi a Mixer, tipo: “Alla domanda: ‘Le piace Craxi?’, il 20% degli italiani ha risposto si’, l’80% ha dato una risposta sbagliata”.

24. Mi si rompe un gommino dei tergicristalli. Capita. Sicuramente sara’ successo anche a voi. Vado dal benzinaio, e gli chiedo un gommino nuovo. Il benzinaio mi guarda e mi fa: “Voi comici avete sempre voglia di scherzare!”. Ma come?!? Ho dovuto comprare tutto il tergicristallo. E te ne danno uno? Nossignore, DUE! Cosi’ per un gommino da mille lire ho dovuto spenderne quaranta! Vi e’ mai successo di ritrovarvi lo specchietto retrovisore esterno rotto? Vai dal meccanico, e quello ti cambia specchietto, portiera, piantone dello sterzo e anche l’autista se gli sta sulle balle!

25. Berlusconi! Voleva comprare l’AIDS quando ha saputo che si trasmette facilmente…

26. A Pechino, Martelli chiede a Craxi: “Ma e’ vero che qui c’e’ un miliardo di abitanti?”. Craxi: “Certo”. Martelli: “Ed e’ vero che sono tutti socialisti?”. Craxi: “Si’, tutti socialisti”. Martelli: “Ma allora, a chi rubano?”.

27. “Ho conosciuto Andreotti, che e’ arrivato alla quinta reincarnazione. Purtroppo per lui, nello stesso corpo…”

28. La mafia ha aperto un’inchiesta sulla Procura di Palermo…

29. Spero che Michael Jackson ce la faccia a diventare bianco. E spero anche che in America vadano al potere i neri… cosi’ gli faranno un culo cosi’!

30. Buttiglione filosofo? E Platone cos’era, un metalmeccanico?